Due passi… Oltre il Giardino

Come ogni bravo ortolano sa, passato il caldo dell’estate è già tempo di prepararsi all’inverno: ed è proprio nel mezzo di queste operazioni che incontriamo Paolo Bucci, maestro d’arte, falegname, giardiniere – e soprattutto educatore al Centro Diurno La Meridiana, nell’ambito del Progetto Oltre il Giardino e dell’Officina del Legno portata avanti insieme al Mandorlo.

La novità della stagione sono i cassoni di legno per l’orto. Sono fatti di materiale di recupero, come tutte le realizzazioni della falegnameria; Paolo li ha costruiti a mano nel laboratorio e li ha appena posati nell’orto. “Prepariamo una base di sassi per favorire il drenaggio e poi completiamo con il terriccio. In questo modo si evita la dispersione idrica e si risparmiano acqua e terra. In più, anche sono belli da vedere.” spiega Paolo con soddisfazione. “Questo è il futuro; in città come Parigi ogni palazzo ha un orto così sul tetto.”

Oltre il Giardino

“Oltre il Giardino” è il nome del progetto legato al grande spazio che circonda La Meridiana, il centro diurno di Cesena dove trovano supporto le persone che stanno combattendo dipendenze. E come suggerisce il nome, è molto più di un’area verde.
“Oltre il giardino” si gioca, si raccontano storie (di carta e di pellicola), si semina e si raccoglie. Oltre il giardino ci sono un orto, la chioma fantastica dell’Albero dei Racconti, i laboratori di ceramica e la falegnameria; ci sono serate di musica e pic nic, e soprattutto ci sono persone che qui trovano lo spazio per ritrovarsi e, con pazienza, coltivare una nuova versione di se stesse.

Paolo, che è tornato alla Meridiana dopo qualche mese di assenza forzata, sta trasmettendo nuova energia a tutto il progetto: ha rimesso in riga le siepi e i prati, ha rinnovato le insegne che indicano le diverse aree del giardino (dall’Orto Didattico al Giardino delle Ali), ha predisposto l’orto per l’inverno. E naturalmente, è tornato al suo posto al laboratorio di falegnameria.

L’Officina del Legno

Il lavoro della falegnameria “Officina del Legno” si distingue per la fantasia e delicatezza delle sue creazioni, ad esempio i portaflebo realizzati per i reparti di pediatria. Ogni progetto è fatto a mano insieme agli ospiti della Meridiana, che oggi sono alle prese con i cactus in legno.
“Ho dato loro il compito di crearne uno dall’inizio alla fine.” ci spiega Paolo. “Sono opere semplici, fatte con materiale recuperato; ma hanno un grande valore didattico. Saper gestire un progetto dall’inizio alla fine, organizzandolo in autonomia, è un banco di prova importante.”

Proprio le attività dell’Officina del Legno saranno al centro di un nuovo progetto che verrà portato avanti insieme alle scuole medie di Cesena nel corso dell’anno scolastico appena iniziato.
Un’occasione di imparare giocando, di cui non vediamo l’ora di parlarvi… in un prossimo post.